Riordina la tua casa (e non solo) con Marie Kondo

La giovane scrittrice giapponese Marie Kondo è l’ideatrice dell’ormai popolarissimo metodo KonMari, un sistema rivoluzionario che garantisce a chiunque, anche alla persona più disorganizzata, di riprendere possesso dei propri spazi perennemente invasi da oggetti, ma soprattutto di essere finalmente felice.

Il suo approccio zen al riordino ha conquistato milioni di lettori nel mondo e continua a spopolare. Marie Kondo con i suoi libri “Il magico potere del riordino” e “96 lezioni di felicità” pone il lettore di fronte al problema del disordine e spiega il potere curativo del riordino. Perché prendersi cura delle proprie cose equivale a curare noi stessi, a mettere ordine nel nostro passato e a capire a cosa veramente teniamo e ci rende felici.

Potrebbe sembrare esagerato pensare che il disordine sia fonte di infelicità, ma come spiega Marie Kondo, la nostra casa è il luogo in cui ci rilassiamo e riflettiamo, qualcosa di impossibile da fare se ci si ritrova costantemente circondati dal caos di oggetti più o meno utili sparsi ovunque. Fare ordine in casa in maniera radicale ci permette di cambiare totalmente sia il nostro modo di vivere che la nostra stessa esistenza.

Il magico potere del riordino di Marie Kondo

La scrittrice nipponica è una vera esperta dell’argomento e la sua passione per il riordino è iniziata all’età di appena cinque anni. Appassionata di economia domestica, divorava qualsiasi rivista o libro pubblicato sull’argomento, testando in prima persona i metodi proposti, ma finendo puntualmente in un vortice di disordine che lei stessa definisce effetto boomerang.

È questo il punto di partenza del suo metodo innovativo: di fronte al classico consiglio di riordinare un po’ ogni giorno, lei propone un cambiamento radicale e immediato. Prima di poter pensare di fare ordine tra gli oggetti che possediamo, è necessario selezionare cosa ci piace davvero e solo dopo trovargli la giusta collocazione.

La felicità non è solo lo scopo finale, ma anche il criterio con cui selezionare gli oggetti di cui vogliamo essere padroni. Per decidere cosa tenere Marie Kondo suggerisce di valutare l’oggetto dal punto di vista emotivo: vi dà gioia possederlo? Oppure non vi trasmette nulla, o peggio vi crea disagio? Da questa semplice base è possibile portare avanti una cernita consapevole degli oggetti e, assicura la scrittrice, non si ripresenterà mai più il caos nelle nostre case.

Il metodo del riordino

Il metodo KonMari si articola in diversi passaggi, infatti l’autrice non solo fornisce il criterio di selezione, ma anche l’ordine con cui analizzare gli oggetti. Il suo metodo è basato completamente sull’emotività e l’ordine giusto per riorganizzare gli spazi: prima i vestiti, poi i libri, le carte, gli oggetti vari e i ricordi. Questo perché è difficile eliminare qualcosa a cui siamo sentimentalmente legati e, se iniziassimo dai ricordi, difficilmente si andrebbe avanti in maniera decisa.

Per ogni categoria è necessario fare ordine in ogni angolo della casa e non stanza per stanza, così da avere un quadro completo. A questo punto siete pronti per lasciarvi coinvolgere o no dai vostri oggetti, se non vi danno più gioia “ringraziateli” per il loro lavoro e buttateli. Questo sia che li abbiate usati fino a consumarli o che non li abbiate mai usati, perché vi avranno insegnato cosa non vi piace.

Questa giovane riorganizzatrice seriale con il suo libro vi guiderà passo passo, dandovi mille e più suggerimenti sulle tecniche più disparate per piegare gli indumenti, collocare gli oggetti, gestire le cartacce di estratti conto. Se riorganizzare la vostra casa e la vostra vita vi angoscia, con il metodo KonMari troverete una tranquillità che non immaginate, anche se solitamente non vi piace mettere a posto. Perché la filosofia della sua ideatrice si basa sul riordinare come evento speciale e non una cosa da fare tutti i giorni.

/ Questo potrebbe interessarti:

Seguici

Tutti i diritti riservati © Marktplatz Mittelstand GmbH & Co. KG 1996-2017