Più erbe e meno sale: come usare le spezie per cucinare

Come ottenere piatti sani e saporiti evitando di utilizzare il sale (o riducendolo il più possibile)? Ma è semplice! Usando le ottime erbe e le spezie che Madre Natura ci ha regalato. Sono salutari e gustose, anche se spesso non le conosciamo fino in fondo.

Il sale dona sapore ai nostri cibi, ma non è certo un toccasana per la nostra salute. Da tempo i medici consigliano di diminuirne l’apporto nella dieta quotidiana fino ad un massimo di 5 grammi al giorno, preferibilmente anche di meno. Questo per evitare di incappare in disturbi come l’aumento della pressione arteriosa, i danni cardio-vascolari e l’odiata ritenzione idrica.

Eliminare il sale non è così difficile se proviamo a sostituirlo con spezie ed erbe aromatiche. Alcune sono così saporite e fragranti che non richiedono l’uso di sale aggiunto e regalano ai nostri piatti profumi e sapori veramente speciali. Altre sono poco note e sfortunatamente sottovalutate. Inoltre, questi validi aiutanti della nostra cucina, oltre ad aromatizzare i cibi, forniscono un vero proprio concentrato di salute sotto forma di ferro, calcio e minerali vari. Se essiccate, poi, le erbe non perderanno le loro ottime qualità nutrizionali e manterranno inalterato il loro sapore per molto tempo.

Spezie ed erbe da utilizzare in cucina

Le spezie o erbe si possono utilizzare nei nostri piatti da sole, oppure creando miscele originali e personalizzate a seconda dei nostri gusti. Per esempio, per condire pesce o carne, si può utilizzare un mix di origano, paprika, peperoncino, cumino e scorza di limone. Oppure si possono aggiungere sedano essiccato e pepe nero alla precedente miscela per condire delle ottime minestre. Ecco quindi una carrellata delle migliori erbe e spezie da utilizzare in cucina per sostituire il sale (e in alcuni casi possono aiutare anche ridurre l’uso di zucchero, altro nemico della salute!):

  • Alloro – pianta antica e ricca di oli essenziali, si può utilizzare per aromatizzare carne e pesce. Si coltiva facilmente in vaso e può essere utilizzato anche per alleviare vari disturbi.
  • Aneto – saporito e speziato, si utilizza fresco nelle insalate e nei piatti a base di pesce, ed è perfetto per insaporire salse a base di yogurt.
  • Basilico – deliziosa erba dal profumo intenso, è l’ingrediente principale del Pesto alla Genovese. Fresco e saporito, si abbina alla perfezione al pomodoro e all’aglio, ma viene utilizzato anche essiccato nelle Erbe di Provenza.
  • Cannella – calda e pungente, si può utilizzare in cucina essiccata in polvere o in stecche. Deliziosa in molti dolci, è l’aroma principale di molte creme e budini.
  • Chiodi di garofano – i fiori di una pianta tropicale che anche se essiccati conservano un sapore intenso e molto profumato. Si utilizzano sia nei piatti salati come minestre o arrosti che nei piatti dolci come lo strudel o la pastiera.
  • Erba Cipollina – dal sapore molto simile a quello della cipolla, ma decisamente più delicato, questa pianta possiede notevoli proprietà depurative e diuretiche. Ottima per insaporire salse e insalate, si può utilizzare in qualsiasi ricetta che preveda l’utilizzo della cipolla se si desidera un aroma più delicato.
  • Maggiorana – simile all’origano ma dall’aroma più sofisticato, si può utilizzare sia fresca che essiccata.
  • Origano – una delle piante aromatiche più antiche e diffuse al mondo. Necessita di sole, per cui il migliore viene dalla Sicilia e si usa per insaporire verdure, salse, pane e pizze.
  • Peperoncino – esistono numerose varietà di questa pianta, ognuna con un grado di piccantezza diverso. Si può utilizzare fresco in insalata se non è troppo intenso, altrimenti va aggiunto in piccole dosi a sughi, salse e verdure. Non dimentichiamoci l’utilizzo insieme al cioccolato, per esaltarne il sapore.
  • Prezzemolo – cresce con molta facilità praticamente ovunque e si utilizza sia fresco che essiccato per arricchire e insaporire quasi ogni tipo di pietanza.
  • Rosmarino – tipica pianta del Mediterraneo, immancabile in cucina, si utilizza per molte preparazioni a base di carne, pesce, verdure e per zuppe e minestre.
  • Salvia – pianta aromatica diffusa nelle regioni temperate e dall’aroma caldo e penetrante, viene utilizzata prevalentemente per aromatizzare carni e verdure ma anche primi piatti. Nei semifreddi o gelati regala un gusto davvero originale.
  • Timo – pianta aromatica della stessa famiglia dell’origano, è in realtà molto più gustoso se utilizzato fresco. Si abbina molto alle verdure e alle vellutate di carote, zucca o pomodoro. Ottimo anche nelle tisane o negli infusi.

Fonte immagine: http://www.spaghettitaliani.com

 

/ Questo potrebbe interessarti:

Seguici

Tutti i diritti riservati © Marktplatz Mittelstand GmbH & Co. KG 1996-2019