Come diventare un nomade digitale: lavorare girando il mondo si può!

Capire cosa sia veramente un nomade digitale non è semplicissimo, per chi non è del settore. Su internet si possono trovare numerosi articoli che parlano di questo argomento, molti dei quali definiscono i nomadi digitali in questo modo: “persone che girano per il mondo con una zaino sulle spalle, viaggiando in paesi tropicali, senza avere nessun tipo di legame stabile”.
Questo è solo uno dei tanti falsi miti che circolano in rete. Infatti, non è assolutamente vero che essere nomadi digitali vuol dire trovarsi costantemente in viaggio. Con questo articolo cercheremo di spiegarti prima di tutto chi è veramente il nomade digitale e poi come riuscire a diventare uno di loro.

Chi è il nomade digitale?

Detto in parole semplici, il nomade digitale è un professionista che riesce a lavorare con il suo dispositivo portatile e una connessione internet in un posto qualsiasi del mondo. Si tratta quindi di una persona che lavora in remoto e svolge compiti tradizionalmente eseguiti in un singolo posto di lavoro stazionario.
C’è chi tende a viaggiare spesso, chi rimane per molto tempo nello stesso luogo, chi non viaggia per niente, chi lavora per qualcuno, chi ha la propria attività… Una caratteristica che sicuramente accomuna tutti è senza dubbio la libertà di movimento e di decisione, che permette loro di vivere la vita seguendo le proprie passioni, ambizioni ed esigenze personali.

Gli strumenti utilizzati dal nomade digitale

I principali dispositivi che consentono al nomade digitale di portare a termine i propri compiti sono: PC portatile, smartphone e tablet. Questi sono i suoi mezzi di lavoro, che per poter essere sfruttati al meglio hanno bisogno di determinati servizi. I più importanti e indispensabili sono: internet wireless (fondamentale per poter lavorare); Voice over IP (una tecnologia che rende possibile effettuare una conversazione telefonica sfruttando una connessione internet) ed il Cloud computing (nuvola informatica, che è una tecnologia che permette di usufruire, tramite server remoto, di risorse software e hardware).

Come diventare nomade digitale

Parliamo sinceramente: come qualsiasi altra professione, anche quella del nomade digitale non può essere svolta da chiunque. Serve una certa passione per tutto ciò che riguarda l’universo online, ma bisogna anche avere determinate conoscenze.
In genere infatti per poter diventare nomade digitale è necessario avere una grande dimestichezza con attività come l’ottimizzazione per i motori di ricerca, la creazione di siti internet, i social media, la pubblicità online, il commercio online, i processi di vendita, l’email marketing e l’ideazione di prodotti e servizi.
Prima di mettersi in viaggio e decidere di intraprendere questa strada, è bene porsi tre semplici domande:
1. Quali sono le mie abilità e in cosa sono davvero bravo?
2. Cosa mi piace realmente fare?
3. Esiste un problema particolare che le altre persone hanno e che potrei risolvere?
Uno dei principali passi da fare per realizzare il sogno di diventare nomade digitale è quello di acquisire una competenza e diventare un freelance. Ad esempio, ci si potrebbe specializzare nella costruzione di siti web o magari, nella scrittura, diventare un montatore video, un social media manager, ma anche un fotografo, ecc….
Su internet esistono tanti siti, video e tutorial (gratuiti e non) che insegnano questi numerosi mestieri passo per passo. Serve però tempo, costanza e pazienza, perché la concorrenza anche in questo settore non manca ed è necessario acquisire competenza, per avere successo.
Una volta specializzati, la via più semplice di iniziare è trovare una piattaforma per lavori da freelance (ne esistono sia di italiane che di straniere), che possa aiutarci a farci conoscere dai primi clienti, abituati a collaborare con persone che lavorano proprio da remoto.

Puoi diventare anche tu un nomade digitale?

Per diventare nomade digitale devi capire prima di tutto se tra le diverse professioni disponibili per il web ce n’è una che si addice alla tua persona e che ti piaccia veramente. A quel punto, devi cominciare a studiare per acquisire le giuste competenze ed essere così competitivo.
È fondamentale ragionare in maniera diversa rispetto al mondo del lavoro tradizionale. Non bisogna per forza cercare il lavoro, ma è necessario crearselo partendo da quello che si ama fare. Così facendo, con il giusto impegno, si può riuscire a diventare un nomade digitale che vive e lavora come e dove meglio crede.

/ Questo potrebbe interessarti:

Seguici

Tutti i diritti riservati © Marktplatz Mittelstand GmbH & Co. KG 1996-2017