5 consigli per accogliere un animale in casa

Adottare un animale è una bellissima esperienza da vivere. Allo stesso tempo però questa novità può creare dubbi e preoccupazioni. È un po’ come se si aggiungesse un membro in più alla famiglia, che però non è autosufficiente.

Starà bene? Si adatterà a stare nella nuova casa? Qual è il modo migliore per accoglierlo, nutrirlo e proteggerlo per farlo essere felice? Beh, la ricetta perfetta non esiste. Si tratta di una nuova vita che entra a far parte della tua. Le variabili sono infinite, ma con i nostri 5 consigli per accogliere un animale in casa troverai il modo giusto per affrontare al meglio questo evento.

 

1) Raccogli informazioni sull’animale

Adottare un animale comporta una serie di cambiamenti nella tua vita e di questo devi esserne cosciente. Quindi, sia che la sua adozione sia stata programmata, o che avvenga all’improvviso come nel caso di un trovatello, la prima cosa che devi fare è raccogliere informarsi specifiche sull’animale.

Oggi documentarsi in questo senso è molto semplice. Oltre a riviste e libri a tema, cerca su internet e, appena possibile, parla con un veterinario. Conoscere il tipo di razza o le attitudini dell’animale ti aiuterà a comprendere meglio sia le sue esigenze immediate che quelle future. Nel caso tu lo conosca (e se esiste) chiedi al precedente proprietario se sono state fatte le vaccinazioni.

Cerca di scoprire inoltre se ha impiantato il chip per l’identificazione e qualsiasi cosa riguardi la sua salute. Non dimenticarti di chiedere anche che tipo di alimentazione ha avuto fino a quel momento. Il cambio repentino del cibo, infatti, potrebbe causare agli animali fastidiosi disturbi intestinali.

 

2)  Fai i giusti preparativi per accoglierlo in casa

L’emozione per l’imminente arrivo del cucciolo è tanta, ma sei davvero pronto a riceverlo? Hai fatto i preparativi per accoglierlo al meglio in casa? Ecco qualche indicazione su come organizzare la tua abitazione:

  • Se è un cucciolo, come prima cosa devi organizzare uno spazio recintato dedicato a lui. Non sarà complicato, una rete o dei semplici pannelli saranno sufficienti. Disponete dei giornali a terra o, come fa qualcuno, i tappetini assorbenti. Questa zona ‘chiusa’ sarà utile fino a quando il tuo nuovo amico non avrà imparato a controllare i suoi bisogni e a rispettare le zone vietate come divani, letti, camere, mobili, ecc… Per il gatto invece è sufficiente una lettiera e la sabbia assorbi odori.
  • Trova poi un’area della casa dove l’animale (cucciolo o meno) abbia sempre una ciotola di acqua disponibile e quella per il cibo da dare secondo le sue abitudini.
  • Procurati dei giocattoli adatti a lui per intrattenerlo e metterlo a suo agio, tipo una palla per un cagnolino o dei fili di lana nel caso sia un gatto.
  • Se ne hai la possibilità, richiedi la copertina in cui dormiva con la sua mamma per confortarlo con il suo odore (o comunque qualcosa della precedente sua situazione abitativa).
  • Tieni lontano medicinali, detergenti, dolciumi, piante e tutto quello che può essere pericoloso o nocivo per l’animale.

 

3) Cosa devi fare nel tragitto per portarlo a casa

Il primo approccio vero e proprio con l’animale sarà durante il tragitto per portarlo a casa. Assicurati che sia digiuno ed evita di fargli fare inutili giri. Per lui è tutto nuovo e brusche scosse o forti rumori lo possono spaventare. In auto, se ti è possibile prendilo tra le braccia o sulle gambe e rassicuralo con qualche carezza. Le novità saranno tante da affrontare e lui deve riuscire a sentirsi tranquillo e protetto.

 

4) Presentalo alla famiglia!

Dal momento che entra in casa l’animale dovrebbe essere lasciato libero di annusare e scoprire il nuovo spazio intorno a lui. Potrebbe correre e saltare (più facile con i cani) come bloccarsi e nascondersi (più facile per i gatti). Ebbene non avere fretta di farlo stare con te, dagli il tempo di ambientarsi, sii delicato e usa un timbro di voce rassicurante.

Se siete più persone in famiglia, avvicinatevi uno alla volta e se ci sono bambini piccoli, controllate e limitate il tempo con la loro presenza nei primi giorni. La tentazione di prenderlo in braccio o di fargli le coccole è forte, è tenero e impacciato quel tanto da renderlo irresistibile. Cerca però di non opprimerlo, rispetta i suoi tempi e le sue necessità. Nel caso in cui tu voglia presentare il cucciolo a parenti e amici, aspetta un paio di settimane, giusto per dargli il tempo di essersi ambientato e aver capito qual è la sua nuova famiglia.

 

5) Dedicagli del tempo da trascorrere insieme

Nessun animale ama stare solo, soprattutto all’inizio. Per questo se puoi far coincidere il suo arrivo con una vacanza o un periodo in cui sei più libero, sarebbe perfetto.  I primi giorni sono molto speciali, dovete imparare a conoscervi. Sii fermo nelle decisioni senza essere troppo duro. I primi giorni l’animale potrebbe avere bisogno di essere particolarmente rassicurato. Basterà avere pazienza e cercare di confortarlo.

Questo è il momento magico in cui si crea il rapporto tra te e il tuo animale. Il tempo da trascorrere assieme deve essere anche di qualità. Fallo giocare spesso e cerca di non lasciarlo solo troppo a lungo. Sarai ricambiato con tante coccole, devozione e amore smisurato.

Goditi le emozioni che proverai, il viaggio verso la nuova vita con il tuo animale è iniziato, così come la tua avventura assieme a lui.

/ Questo potrebbe interessarti:

Seguici

Tutti i diritti riservati © Marktplatz Mittelstand GmbH & Co. KG 1996-2017