5 passi per trovare lo stile d’arredamento perfetto per te

Devi arredare la casa nuova o vuoi cambiare il tuo vecchio arredamento perché non ti rispecchia più, ma non sai da dove iniziare? Può essere più semplice di quello che pensi, ci vuole solo un po’ di organizzazione ‘mentale’ e un minimo di ricerca sugli stili di arredamento disponibili.
Abbiamo preparato per te alcune indicazioni che ti aiuteranno a investire bene i tuoi soldi, senza pentimenti. Scopri qual è lo stile di arredamento perfetto per te!

 

Richiedi preventivi ristrutturazione

 

1 – Pensa al tuo guardaroba

arredamento perfetto

Fermati un attimo a guardare il tuo armadio. Guarda l’ordine, com’è organizzato e lo spazio che hai e dedichi a ogni cosa. Rifletti poi un attimo sugli abiti che scegli ogni giorno per esempio per andare a lavoro o i tuoi preferiti per il tempo libero. Pensa anche ai dettagli come le cinture, i cappelli, le borse e gli accessori vari. Ti starai chiedendo: cosa centra il guardaroba con l’arredamento?

Beh, sappi che le scelte che fai ogni giorno per l’abbigliamento rispecchiano la tua personalità, il tuo umore, le abitudini che hai e il tuo stile. Il modo in cui tieni il tuo armadio rispecchia invece quanta importanza dai all’ordine, ai colori, alle tue cose preferite rispetto a quello che invece ti piace meno. Questi dettagli sono importantissimi per evidenziare il modo personale di ognuno di affrontare la vita e le situazioni. Sei un tipo più pratico e ordinato o confusionario e meno metodico? Le risposte suggeriranno gli accorgimenti giusti da prendere per realizzare il tuo arredamento perfetto.

 

2 – Organizza tutto al meglio

Prima di correre a spendere per mobili o accessori d’arredamento occorre definire gli spazi essenziali della casa, ragionando sulle funzioni che ogni parte di essa deve avere. A qualcuno può piacere avere una casa hi-tech, ad altri può interessare organizzare un ufficio in casa per lavorare. Chi ama leggere avrà bisogno di uno spazio per una bella libreria o un angolo per la lettura. Organizza quindi gli spazi seguendo le tue reali esigenze e secondo le potenzialità della casa, ma non dimenticare i tuoi hobby e le tue passioni per dargli il giusto spazio che meritano.

 

3 – Mantieni l’armonia

Sappiamo che l’armonia regna dove c’è ordine e dove c’è ordine regna l’armonia. Questo vale anche per la scelta degli arredi. Ad esempio, se devi cambiare il salotto che si affaccia su una cucina già arredata, cerca di mantenere il solito stile o al massimo di usarne uno che conferisca coerenza e armonia a entrambi gli spazi. L’errore più comune che si può fare è proprio quello di pensare a una parte della casa e dimenticarne un’altra.

 

4 – Comincia a delineare un risultato finale

A questo punto dovresti essere riuscito ad inquadrare, in base all’analisi del tuo armadio, agli spazi da arredare e all’armonia della casa, il tipo di arredamento che dovrebbe corrispondere al meglio al tuo carattere. Questo almeno dal punto di vista di funzionalità, praticità, estetica e comfort personale. Ovviamente per fare una scelta finale su un arredamento serve anche avere un budget adeguato e conoscere gli stili disponibili. Mentre per il primo non possiamo aiutarti, per il secondo invece ti lasciamo qualche indicazione che ti aiuterà a fare la scelta finale.

arredamento perfetto

5 – La scelta dello stile

Come detto, il budget incide molto sulla scelta finale anche dello stile, ma conoscere le tendenza di stile degli arredamenti ti aiuterà comunque a orientarti verso una direzione. Poi starà a te aggiustare il tiro in base alla tua disponibilità economica. Ecco quali sono gli stili d’arredamento per tutti i gusti, tra questi troverai di sicuro quello perfetto per te:

  • L’arredamento minimalista – uno stile dalle linee geometriche e volumi essenziali, adatto a chi ama l’ordine e vuole evitare il superfluo. Non è caratterizzato da accessori o decorazioni, ha solo il minimo indispensabile per la sua funzione.
  • Lo stile shabby chic – tendenza stilistica di arredamento nata negli Stati Uniti, ha guadagnato le prime posizioni in ordine di gradimento. Le ragioni sono molteplici, ma essenzialmente per creare questo stile si riciclano mobili vecchi per reinterpretarli in chiave romantica e molto spesso attraverso il fai- da-te. Il bianco è il colore dominante per i mobili, mentre gli accessori sono di tonalità pastello. I tessuti hanno fantasie floreali delicate o toni neutri. Rappresenta una vera opportunità per chi non vuole investire capitali in un nuovo arredamento, ma decide di modificare quello che ha con le proprie mani.
  • Il boho chic – con il termine boho chic, coniato per la moda, si individuano tendenze stilistiche di origine gipsy, hippies e bohemien. Nell’arredamento è inteso come uno stile per esprimere l’estetica in modo personale attraverso un uso smisurato di colori forti, elementi contrastanti e non convenzionali accostati tra loro. Ideale per chi ama circondarsi di colori e cose che rappresentano la propria personalità per il puro scopo di esprimersi con ogni mezzo.
  • L’arredamento in stile vintage – per arredamento vintage si intende uno stile che fa riferimento a un periodo preciso del passato. Ad esempio l’arredamento anni 50′ è lo stile della rinascita dopo la guerra, con la plastica e la formica che fanno il loro ingresso e colori brillanti che infondono gioia e serenità. L’arredamento anni 70′ è quello in cui le geometrie comandano la tendenza dei tessuti assieme a fantasie floreali giganti. Le superfici sono prevalentemente lucide e i colori sgargianti, la plastica è uno dei materiali più usati assieme a legno e metallo. Sicuramente adatto a chi piace rivivere attraverso l’arredamento una particolare epoca.
  • Lo stile rustico – è uno stile ricco di materiali naturali come la pietra il legno o il ferro, a volte vissuti e riciclati per dar loro nuova vita trasformandoli e mettendoli in risalto. Ideale per chi vuole sentirsi a contatto con la natura e la terra, e desidera mettere in relazione il presente con il passato.
  • L’arredamento scandinavo – questo stile ha un carattere schietto, diretto e aperto. Le tinte di fondo sono chiare e gli accessori di toni caldi e allegri. Le linee sono pulite, i mobili semplici e funzionali. I materiali sono per lo più legno e plastica e tutto è legato da armonia e proporzione. Si potrebbe considerare un’evoluzione dello stile minimalista. Giusto per chi ama semplicità e praticità senza perdere eleganza.
  • Lo stile industriale – pensando a questo stile viene subito in mente una struttura industriale di qualche fabbrica ormai chiusa. In effetti è proprio così, lo stile industriale è un arredamento di spazi pensati per il lavoro, rivisitato per abitarci. Mattoni a vista, tubi di ferro o rame, l’uso di molto vetro e porte in metallo sono alcuni degli elementi predominanti in questo stile. Moderno e luminoso è senz’altro adatto a chi ha da arredare un loft o un open space.

In conclusione sii fedele al tuo gusto, l’arredamento di casa deve farti compagnia tutti i giorni! Per questo oltre ad essere funzionale, deve anche essere piacevole alla tua vista e soprattutto adatto al tuo modo di essere (e a quello della tua famiglia, ovviamente). L’arredamento giusto per te non è difficile da trovare… cerca di immaginarti a tuo agio al suo interno e la risposta arriverà da sola!

Fonte foto: hgtvhome

/ Questo potrebbe interessarti:

Seguici

Tutti i diritti riservati © Marktplatz Mittelstand GmbH & Co. KG 1996-2017